Oltre il muro di gomma!

Il Movimento San Pietro 5 Stelle non si fa “rimbalzare” dalla attuale Amministrazione e continuerà a combattere affinché il CITTADINO sia protagonista all’interno del suo Comune e non i suoi “dipendenti”!

images

Quindi ecco il nostro esposto al Prefetto:

a PREFETTO di Verona
e, per conoscenza a: Vice Prefetto
da Movimento  San Pietro In Cariano 5 Stelle
 
Egregio Sig. Prefetto
Con la presente vorremmo evidenziare l’inosservanza da parte del Comune di San Pietro In Cariano nel rispondere a quesiti da noi presentati relativi ad alcuni argomenti di interesse per il Comune su citato. In particolare i temi da noi sollecitati, con distinte interpellanze presentate i primi di luglio del 2013, sono relativi a:

‐ Regolamento del Referendum Consultivo, infatti lo Statuto di San Pietro In Cariano prevede in alcuni suoi articoli la regolamentazione del referendum consultivo attraverso un
apposito Regolamento da istituirsi;
‐ Richiesta di filmare le sedute del Consiglio Comunale;
‐ Proposta di adesione del Comune di San Pietro In Cariano al servizio gratuito fornito dal sito http://www.decorourbano.it.

Evidenziamo inoltre con la presente che con le suddette richieste si vuole partecipare attivamente alla vita amministrativa del Comune dando indicazioni e suggerimenti che tuttavia non sono stati recepiti e non di meno neanche degni di una risposta da parte del Comune di San Pietro In Cariano dopo, peraltro, vari solleciti tramite posta elettronica certificata e richieste a mano protocollate.

Riteniamo, inoltre, che Il Comune, in quanto Pubblica Amministrazione, abbia l’obbligo, secondo i Principi di “ imparzialità e Buon Andamento della Pubblica Amministrazione” come citato nella legge 241 del 1990, di dare ai Cittadini una risposta ai quesiti posti, anche se negativa.

Movimento San Pietro 5 Stelle

Rich_prot_02-07-13_VI

Rich_prot_02-07-13_DU

Rich_prot_16-07-13_RRC

Annunci

Comuni che lottano contro il gioco d’azzardo: che la Camera non voti l’emendamento irresponsabile

UNA VERGOGNA PER L’ITALIA: COMUNI CHE LOTTANO CONTRO IL GIOCO D’AZZARDO PUNITI DALLO STATO!CHE LA CAMERA NON VOTI L’EMENDAMENTO IRRESPONSABILE

Vergognoso l’emendamento votato il 18 dicembre dal Senato con il quale vengono puniti i Comuni che, per tutelare la salute dei propri cittadini, difendere le persone più deboli e vulnerabili delle proprie comunità quali i bambini, i minorenni, le donne sole non più giovani  e gli anziani, hanno deciso misure di contrasto al gioco d’azzardo nei propri territori!

In caso di revoca o decadenza di concessioni di gioco pubblico per colpa dei concessionari, questi hanno diritto a continuare la loro attività per 90 giorni! Invece i Comuni che vogliono contrastare i danni che il gioco cosiddetto pubblico  arreca ai propri cittadini, alle famiglie e alle comunità, vengono puniti!

La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività”, recita l’articolo 32 della Costituzione: come difendiamo le persone che perdono il  controllo del gioco e del senso del limite, giocano spinte da un impulso incontrollabile, da una vera e propria forma di dipendenza che le porta alla rovina di se stesse e delle proprie famiglie, arrivando a indebitarsi all’inverosimile, a commettere atti illeciti, a ricorrere all’usura, a perdere il posto di lavoro, talvolta a cadere in forme di disperazione tali da vedere nel suicidio l’unica soluzione possibile?

I Sindaci e le Amministrazioni comunali stanno tentando di difenderli in ogni modo: hanno sottoscritto un Manifesto contro il gioco d’azzardo, stanno raccogliendo firme per una legge popolare, stanno organizzando iniziative per una mobilitazione nazionale dal 19 al 26 gennaio! Invece a Roma  il Senato approva questo emendamento scandaloso!

Chiediamo alla Camera di non votare l’emendamento. Chiediamo che si assuma tutto il senso di responsabilità necessario di fronte a un tema così devastante per il tessuto sociale, le persone, le famiglie. Chiediamo che intervenga con una legislazione giusta, in grado di tutelare davvero i giocatori, di farsi carico della loro salute, di impedire le infiltrazioni mafiose e il riciclaggio nel gioco legale.

Chiediamo di poter avere speranza nella correttezza delle nostre massime istituzioni, nella parola dei parlamentari che abbiamo votato e incontrato in questi mesi di mobilitazione contro il gioco d’azzardo.

PROCEDURE DI DESIGNAZIONE DEI CANDIDATI ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

elezioni_interna-nuova

Con il presente post vogliamo fare chiarezza sulle candidature nella Lista Civica San Pietro 5 Stelle (SP5S) riportando il capitolo relativo del Regolamento (vedi “Articolo 7” del “non statuto” del MoVimento 5 stelle Nazionale)

Accede volontariamente alle votazioni per la formazione della/e lista/e elettorali l’attivista, iscritto al SP5S, che:
– rispetta i requisiti previsti dal regolamenti nazionale (iscrizione al M5S e fedina penale pulita)
– abbia almeno 6 mesi di attivismo non continuativo nel MoVimento San Pietro 5 Stelle fino al giorno della presentazione delle liste elettorali

Gli aderenti non possono:
– candidarsi a cariche politiche per 2 anni dal momento in cui hanno formalizzato l’uscita da un altro partito;
– candidarsi a cariche politiche per due legislature, se precedentemente candidati o eletti con altre associazioni o partiti, dal momento di cessazione di detta condizione.

Ogni sei mesi di mandato, gli eletti rimettono il mandato all’assemblea degli attivi relazionando sul loro operato. Se sfiduciati si dimettono dalla carica.

Nessuna altro tipologia di candidatura è ad oggi prevista al di fuori di tale regolamento. Tale norma può essere modificata solo con il voto dei 2/3 degli attivisti.

Restitution Day 2: 2,5 milioni pronti per le imprese ma Letta non apre il fondo!

onesti per forza

resitutionday.jpg

Oltre 2,5 milioni di euro pronti per le piccole e medie imprese, ricavati dai tagli a stipendi e diarie dei parlamentari del Movimento 5 Stelle, sono bloccati dal non far nulla del Governo Letta. Sembra assurdo ma è tutto vero. Un po’ di storia.

Il 5 agosto all’interno del “decreto del fare”, fu approvato un emendamento del M5S che permetteva di finanziare con i tagli volontari ai costi della politica ilFondo di Garanzia per il microcredito alle piccole e medie imprese. Una piccola grande vittoria a 5 stelle.

Da allora il Ministero per lo Sviluppo Economico non ha ancora emanato il decreto attuativo. Secondo la legge aveva 90 giorni. Il ‘Decreto del fare’ (nulla?) è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il 20 agosto, quindi i termini per emanare il decreto attuativo per finanziare il Fondo sono scaduti il 19 novembre!

In più di una occasione i nostri…

View original post 220 altre parole

Per un Natale sostenibile

Alberi-Natale-Riciclati

L’ALBERO DI NATALE
Puoi scegliere la sostenibilità anche quando si fa l’albero di Natale. Puoi comprare alberi artificiali realizzati preferibilmente con materiale riciclato che possono essere usati nel tempo. Se possiedi un giardino, potrebbe essere ottima la scelta di piantare un abete tradizionale certificato.

LA CARTA REGALO

Scegli con cura l’imballaggio e cerca di metterci meno carta possibile, se vuoi e ne hai la possibilità usa carta certificata. Verifica sempre che i doni rispettino l’ambiente. Piccole buone pratiche, comunque, ti permetteranno di risparmiare ed incidere limitatamente sull’ambiente, allo stesso tempo stupiranno i tuoi destinatari. Prima di tutto, prediligi carta da recupero. È sicuramente il miglior messaggio ambientalista che puoi inviare alle persone a te care. Puoi usare la carta di giornale o selezionare immagini belle e suggestive con cui fare dei collage da vecchi stradari, spartiti musicali, fumetti, e perfino degli elenchi del telefono.

IL CIBO
Per la cena di Natale potete scegliere prodotti locali e di stagione. Acquistando questi prodotti contribuisci a ridurre le immissioni di CO2. Comprare prodotti locali alimenta la filiera corta e contribuisce a sostenere i mercati a chilometri zero. Se fai una spesa attenta e consapevole favorisci l’economia di relazione e mangerai in modo sicuro e più sano. Potresti usare ingredienti vegetali, anziché animali, il tuo pranzo di Natale sarà ugualmente buono, in tutti i sensi. Antipasti: Insalata russa e Strudel di carciofi – Primo: Lasagne al radicchio – Secondo: Involtini di frutta secca – Contorni: Millefoglie di patate e funghi Insalata di fagiolini e anacardi – Dolci: Torta cioccolato e arancia Biscotti alle arachidi

L’ENERGIA
Riduci il consumo di energia, acqua e materie prime. Puoi acquistare luminarie certificate a basso consumo o creare una atmosfera natalizia con lampade fluorescenti compatte. Fatti un regalo e dotati di un miscelatore a risparmio; consente di ridurre del 30% il consumo di acqua, senza perdite di pressione. Ma per risparmiare acqua sono utili anche piccoli accorgimenti come chiudere il rubinetto mentre ci insaponiamo le mani e passare i piatti con una spugna, invece di sciacquarli, prima di metterli in lavastoviglie. Non gettare il cibo e ricicla gli avanzi; oltre che vantaggioso e responsabile per noi e per l’ambiente. Gli sprechi di cibo a Natale sono stimati attorno al 5% di ciò che viene acquistato, una cifra enorme! Una lattina di alluminio riciclata equivale a risparmiare l’energia necessaria a far funzionare un televisore per tre ore. Fare la raccolta differenziata è ancora più facile con i contenitori per i rifiuti, comunque informati su quali sono le norme per la raccolta differenziata nella tua città. Puoi utilizzare gli scarti di cibo per realizzare il compost, che servirà da fertilizzante naturale per le piante del giardino.

Con Riciclando in Movimento

Interpellanza lotta alla ludopatia protocollata al Comune di San Pietro in Cariano

 

san_pietro-5-stelle

 

 

 

 

 

Gentilissimo  signor Sindaco

 

Illustrissimo Segretario Comunale

 

 

 

San Pietro in Cariano, 01 dicembre 2013

 

Oggetto: proposta di adesione del Comune di San Pietro in Cariano al “Manifesto dei sindaci contro il gioco d’azzardo” ed iniziative a contrasto della Ludopatia

 

 

Gentile sig. Sindaco, gentile Segretario Comunale

 

il gruppo San Pietro 5 Stelle invita codesta spettabile amministrazione a mettere in pratica delle “azioni concrete contro la Ludopatia

 

Ricordiamo che per “ludopatia ” (o gioco d’azzardo patologico) s’intende l’incapacità di resistere all’impulso di giocare d’azzardo o fare scommesse, nonostante l’individuo che ne è affetto sia consapevole che questo possa portare a gravi conseguenze.

 

Per potersi dedicare al gioco d’azzardo e alle scommesse e soddisfare la sua pulsione compulsiva l’individuo affetto da ludopatia trascura il lavoro o lo studio fino ad arrivare a commettere furti o frodi ingannando chiunque; familiari, parenti e amici . La ludopatia può portare a rovesci finanziari, alla compromissione dei rapporti sentimentali e al divorzio, alla perdita del lavoro, allo sviluppo di dipendenza da droghe o da alcool fino al gesto estremo del suicidio.

 

A tal proposito chiediamo delle azioni concrete di :

 

1) interventi di sensibilizzazione , coinvolgendo i giovani, quindi le scuole, le parrocchie , i medici, le associazioni, la politica.

 

2)  azioni di tipo amministrativo: come, ad esempio, premiare le attività commercia li disposte a togliere slot machine e videopoker dai propri locali attraverso una riduzione delle tassazioni come; la tassa sui rifiuti, l’occupazione del suolo pubblico, la tassa sull’insegne o pubblicità gratuita.

 

3)  aderire alle iniziative condivise da altre amministrazioni come il “Manifesto dei Sindaci contro il gioco d’azzardo“.

 

Restando a disposizione per un incontro e per lavorare insieme.

 

Cordiali saluti

 

San Pietro 5 Stelle

Valpolicella – territorio, cemento e malaffare: intervento di Gabriele Fedrigo

Valpolicella – territorio, cemento e malaffare: intervento di Daniele Todesco

Valpolicella – territorio, cemento e malaffare: intervento di Elisa Nalin

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.